Scarpe in pelle estive
Scarpe in pelle estive, scarpe in pelle invernali: la differenza

Esiste una regola per scegliere, o meglio, per individuare le scarpe in pelle estive e le scarpe in pelle invernali?

Certo, quando si tratta di sneakers in tela leggera, di scarponi imbottiti o persino di infradito è facile capire quali sono le scarpe estive e quali sono invece i modelli invernali. Il gioco diventa più complesso, invece, quando si ha a che fare con delle normali scarpe in pelle. Quali sono le scarpe in pelle estive, e quali quelle invernali? Quali sono i fattori che ci devono portare a mettere delle calzature in uno nell’altro gruppo? Scopriamolo!

Qual è la differenza tra scarpe in pelle estive e le scarpe in pelle invernali

Per capire qual è la differenza tra scarpe in pelle estive e le scarpe in pelle invernali, partiamo dal tipo di pelle usato per confezionarle. In linea di massima, non esistono pelli da usare solamente in inverno e pelli che invece devono essere usate solamente per confezionare delle scarpe estive.

Indubbiamente, però, viste le temperature più basse, in inverno possono avere dei vantaggi sulla normale pelle liscia la pelle di vitello, nonché quella scamosciata e nabuk. Attenzione però: se è vero che la pelle scamosciata non è un must estivo, è anche vero che l’umidità non è certo un amica dei pellami “suede”. Si capisce quindi che, per calzare delle scarpe in pelle scamosciata in inverno è necessario usare in modo regolare degli spray impermeabilizzanti per scarpe.

Ad aiutarci a distinguere tra scarpe estive e scarpe invernali arriva poi la tomaia, o meglio, la forma della tomaia. In estate, complici le temperature alte e le precipitazioni meno frequenti, si tende a utilizzare delle scarpe basse, per arrivare fino ai mocassini e perfino ai sandali. Il discorso per le scarpe invernali è completamente opposto, con la tomaia che si alza per arrivare ai livelli delle polacchine, se non degli stivaletti e degli stivali.

A cambiare sono poi anche le suole: eccezion fatta per le scarpe in pelle particolarmente eleganti, le suole invernali sono infatti più aggressive, per non rischiare di scivolare su pavimentazioni bagnate o gelate. Ecco quindi che, nelle scarpe in pelle invernali, si trovano spesso delle suole alte e lavorate in gomma, laddove invece il cuoio (traspirante) viene utilizzato soprattutto per i modelli eleganti e per le scarpe in pelle estive.

Ci sarebbe poi tutto un capitolo da aprire per quanto riguarda i colori delle scarpe in pelle estive e di quelle invernali: basti dire che in estate si può usare qualcosa in più per verso i colori chiari e i pastelli, mentre in inverno le calzature dovrebbero essere tendenzialmente più scure e più sobrie.

Esempi di scarpe in pelle per l’estate e per l’inverno

Facciamo quindi qualche esempio pratico di scarpe in pelle estive e di scarpe in pelle per l’inverno. Va detto che, ovviamente, non ci sono regole scritte: si tratta unicamente di consigli per scegliere la scarpa più comoda e più adatta alla stagione, senza la pretesa di proibire l’uso di scarpe invernali in piena estate per creare uno stile ribelle, trasandato o decisamente rock.

É questo per esempio il caso degli stivali camperos, o degli anfibi: si tratta in entrambi i casi di calzature invernali, che però vengono usate spesso anche durante i mesi più caldi per certi tipi di outifit. Non si può però dire che, per quanto traspiranti e di qualità, queste calzature possano essere calzate comodamente sotto la canicola di luglio e di agosto.

Fanno parte delle gruppo delle scarpe invernali anche le già citate polacchine, alte e robuste, gli stivali a ginocchio (cuissardes) e le francesine. Rientrano invece nel novero delle scarpe in pelle estive tutte le calzature con la tomaia bassa, e quindi i mocassini, nonché in generale le scarpe in pelle basse che presentano degli appositi “buchi” sulla tomaia.

Fai una ricerca per…

Gli ultimi arrivi a catalogo

[ps_product_list id_category=33 n=5 p=1 tpl=product-list.tpl]