solette per scarpe in memory foam,
Solette per scarpe in memory foam, in gel o in lattice?

Qual è il materiale da scegliere per le solette delle scarpe? Ecco un’analisi dei vari materiali, dal memory foam al lattice, senza scordare il cuoio

La settimana scorsa ci siamo soffermati sulle varie tipologie di solette per scarpe, spiegando quindi cosa sono le solette estive, quelle invernali, quelle pensate per le scarpe da lavoro e quelle, invece, realizzate per le scarpe sportive. Oggi vogliamo chiudere questa grossa guida alla scelta delle solette per scarpe con la seconda parte, che invece di indagare le diverse tipologie, si soffermerà sui differenti materiali con cui sono realizzate. Cosa differenza, per esempio, le solette per scarpe in memory foam da quelle in lattice? E quando, invece, sarebbe meglio scegliere quelle in cuoio? Vediamo insieme come muoverci tra tutti questi materiali, i quali presentano di volta in volta vantaggi e caratteristiche peculiari.

Solette per scarpe in memory foam

Ecco uno dei materiali più innovativi degli ultimi anni. Lo troviamo nei materassi, nei cuscini e, per l’appunto, nei dispositivi pensati per il benessere dei piedi. Ma di cosa si tratta? Le solette per scarpe in memory foam sono realizzate con un materiale viscoelastico, nel quale si riconosce principalmente poliuretano. Se il primo termine è “memory”, e quindi memoria, il secondo è infatti “foam”, ovvero schiuma. Ma non si tratta di schiuma semplice: no, perché quella che costituisce le solette in memory foam è una schiuma speciale, in grado di “ricordare” la forma originale dopo essersi adattata alla nostra conformazione corporea. In linea generale, le solette per scarpe in memory foam sono confortevoli e marcatamente riposanti, andando infatti a ridurre la pressione sui punti di contatto con il suolo e assorbendo buona parte degli urti. Chi soffre di piedi stanchi, di calli, di vesciche e di duroni dovrebbe assolutamente provare le solette per scarpe in memory foam.

Solette in cuoio

A differenza delle solette per scarpe in memory foam, quelle in pelle sono fatte con un materiale naturale. Quali sono i vantaggi delle solette in cuoio? Sono morbide, resistenti nel tempo, ed evitano la formazione di funghi. Il cuoio ha poi per sua natura una buona capacità traspirante. Se arricchite con i carboni attivi, le solette in pelle sono inoltre ottime per assorbire i cattivi odori.

Solette per scarpe in lana o pile

Come abbiamo visto nel post dedicato alle varie tipologie di solette, esistono anche delle particolari solette usate nei mesi freddi, e particolarmente indicate per chi passa parecchio tempo all’esterno a temperature basse o che, più semplicemente, non sopporta il freddo ai piedi. Per tutte queste perone arrivano in soccorso le solette invernali, ovvero dei particolari sottopiedi che, a un primo strato inferiore isolante, che ha lo scopo di isolare la pianta del piede dalla temperatura della suola, ne aggiunge un secondo superiore termico, realizzato cioè con del materiale che riscalda il piede. Solitamente si usa uno dei due tessuti invernali per eccellenza, ovvero la lana o il pile.

Solette in gel

Altre solette particolarmente innovative, oltre a quelle in memory foam, sono quelle in gel. Si tratta di solette particolarmente forti sul lato dell’ammortizzazione, e sono dunque molto utilizzate nel mondo dello sport e in quello del lavoro, andando a ridurre al minimo le vibrazioni. Molto probabilmente chi cerca delle solette per la corsa finirà per acquistare – o perlomeno per considerare – delle solette realizzate in gel.

Solette in lattice

Ecco l’ultimo dei materiali utilizzati per realizzare delle solette. Ultimo ma non per diffusione – è infatti molto utilizzato – il lattice è un materiale traspirante, leggero, resistente, soffice e duraturo, con una buona funzione ammortizzante. Viene spesso usato nelle scarpe di lavoro, nonché nelle scarpe con il tacco alto.

Fai una ricerca per…

Gli ultimi arrivi a catalogo

[ps_product_list id_category=33 n=5 p=1 tpl=product-list.tpl]